Selezione lingua: DE FR IT  EN
Pagina: PUBBLICO  PROFESSIONISTI     
 

La storia delle Cure Palliative

La morte come nemico dei nostri pazienti?

Il mio compito è di occuparmi della salute del paziente.

Vi sono tempi in cui morire è nell’interesse della salute.

Non è sano protrarre il morire.

Cicely Saunders








Già nel Medioevo, in tutta Europa, esistevano delle case che accoglievano poveri, malati e persone in punto di morte. I malati venivano assistiti fisicamente e spiritualmente da persone devote e venivano curati o accompagnati con rispetto verso la morte. Queste case venivano chiamate hospice. Uno dei più famosi era l’Hôtel Dieu di Beaune.

Nel 1967, l’inglese Cicely Saunders, ha ripreso questa tradizione e ha fondato il St. Christopher’s Hospice a Londra. Nel St. Christopher’s i malati incurabili e in punto di morte ricevevano cure mediche specializzate e assistenza, oltre a un sostegno emotivo, spirituale e sociale. Cicely Saunders è stata la fondatrice del moderno movimento degli hospice. Essa stessa è morta nel 2005 a 87 anni nel St. Christopher’s Hospice.

Il St. Christopher's è diventato il modello per innumerevoli hospice e stazioni palliative, prima in Inghilterra e poi in 90 altri paesi. In Svizzera, è stata l’infermiera Rosette Poletti, nel 1970, a sensibilizzare il suo ambiente della Ecole du Bon Secours di Ginevra sulle questioni delle cure palliative.
Negli anni '70, dopo i viaggi di presentazione di Elisabeth Kübler-Ross, nella Svizzera tedesca sono nati diversi gruppi di volontari, come l’Hospice Argovia, l’Associazione svizzera per l’accompagnamento dei malati terminali e i gruppi di volontari dell’ospedale cantonale di Baden.

Nel 1975 l’accompagnamento alla morte/eutanasia è divenuto un argomento di interesse pubblico grazie al ”Caso Hämmerli”. Quattro anni dopo, presso il Centre des Soins Continus nel cantone Ginevra, è iniziata conseguentemente la prima applicazione di medicina, terapia e accompagnamento di tipo palliativo. Con l’obiettivo di una rete che comprendesse tutta la Svizzera, è stata fondata nel 1988 l’“Associazione svizzera per la medicina, la terapia e l’accompagnamento palliativi SGPMP”. Questa associazione specialistica ha avuto un’impostazione multi professionale sin dall’inizio e oggi si chiama palliative ch.

A livello internazionale, l'importanza delle Palliative Care (Cure Palliative) è stata definita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nel 2002. Anche in Svizzera le Cure Palliative si stanno affermando sempre di più. Con la Strategia Nazionale delle Cure Palliative della Federazione 2010-2012, la Federazione e i cantoni, con palliative ch e altri rappresentanti, stabiliscono le linee guida per l’assistenza, la formazione, la ricerca e i finanziamenti nel settore Cure Palliative.